VEDIAMONE INSIEME I DIFETTI:

IL DALMATA E’ UN CANE DIFFICILE DA ADDESTRARE, CAPRICCIOSO, TESTARDO, DISPETTOSO SE TRASCURATO, MA QUELLO CHE FORSE NON TUTTI SANNO, PERDE TANTO PELO: QUALCUNO HA DETTO CHE IL DALMATA HA UNA MUTA CHE DURA UN INTERO ANNO

E’ UN CANE IPERATTIVO E PER LUI L’IDEALE SAREBBE DISPORRE DI UN TERRENO RECINTATO DOVE POTER CORRERE E SCARICARE LE PROPRIE ENERGIE

IN ALTERNATIVA GLI SI DEVONO GARANTIRE LUNGHE E FREQUENTI PASSEGGIATE E GIOCHI ALL’ARIA APERTA

CONTRARIAMENTE AL PADRONE, E’ UN CANE INSTANCABILE E NON AMA RIMANERE SOLO NEANCHE IN UN GRANDE GIARDINO, SE SA CHE IL PADRONE E’ IN CASA

ALLORA DIVENTA DISPETTOSO E CAPACE DI CREARE DISASTRI AL SOLO SCOPO DI ATTIRARE L’ATTENZIONE

CANE A PELO CORTO, AMA CROGIOLARSI AL SOLE E TEME IL FREDDO E L’UMIDO

L’IDEALE PER IL DALMATA E’ VIVERE IN CASA O IN AMBIENTE RISCALDATO, SENZA TRASCURARE LA VIGILANZA DI OGGETTI DELICATI ALLA PORTATA DELLA SUA MUSCOLOSA CODA SEMPRE IN MOVIMENTO: SE UN DALMATA ALLA LUNGA DOVESSE RISULTARE MOLESTO, LA COLPA SARA’ SEMPRE DEL PADRONE CHE, FORSE PER TROPPO AMORE, NON AVRA’ USATO UN POLSO D’ACCIAIO CON IL CANE

Avanti-ani Indietro

Sito ottimizzato per risoluzione video impostata a 1024x768 a 16 o 32 bit
Best viewed at 1024x768 16 or 32 bit
Sito realizzato da
Mara e Roberto ScuderiCatania